HO PRESO LA CHITARRA
PREMIO MUSICALE

BREVE STORIA
La chitarra è uno strumento acorde pizzicate che nella sua forma tipica attuale presenta 6 ordini di cordesingole e un manico dotato, mediamente, di 20 tasti. Le sue origini non sonochiare e molte sono le teorie e le ipotesi. Una delle teorie piùaccreditate ritiene che la chitarra derivi dal precursore del liuto arabo ilBarbat. Del resto il suffisso -tar compare nei nomi di strumenti a cordapizzicata di antiche lingue, compresa anche il sanscrito, e significainvariabilmente "corda". Inoltre alcune tavolette in argillarisalenti ad un periodo che va dal 1500 al 2500 a.C. circa, raffigurano personeche suonano strumenti a corda con cassa e manico: in un caso compare addiritturauno strumento con le caratteristiche che si trovano anche nello strumentomoderno, e cioè cassa a forma di otto e manico con tastature. Tuttaviala chitarra viene ritrovata in Europa sotto forma di chitarra Spagnola intornoall’anno 1000 come testimoniano diverse raffigurazioni gotiche. Alla fine delXV secolo la chitarra presentava una tavola leggermente inclinata, fondo piano oleggermente convesso, bischeri posteriori, quattro ordini di corde doppie e unrosone centrale.Dal Rinascimento le fonti e letestimonianze si fanno molto più corpose, tanto è vero che possediamostrumenti, appunti, pubblicazioni e metodi molto numerosi. In questo periodo la chitarraassume un assetto finalmente consolidato: forma a otto, manico con tastature inbudello, armata di quattro "cori".Nella seconda parte del XVIsecolo viene aggiunto il quinto coro, in questo periodo si ritiene chelo strumento sia di origine spagnola. La chitarra diventa strumento nobile e incontra il favore di numerosi sovrani. Vengono definiti meglio gli stili: il rasgueado, ovvero ad accordi suonati percuotendo tutte le corde, e il punteado, dove invece si pizzicavano solo le note segnate. Cominciano a comparire nella seconda metà del XVIII secolo chitarre con un sesto coro che evolvono molto presto con l'eliminazione dei raddoppi. Nasce quindi la chitarra  a sei corde semplici. Carulli, Giuliani, Sor, Carcassi, grazie alla loro grande opera di autori, esecutori e didatti danno in questo periodo grande rilievo e diffusione  permettendo alla chitarra affiancarsi ad altri strumenti per musica da camera o per concerti. 
Poi verso la metà del XIX secolo i costruttori ne perfezionano la forma aumentando la larghezza della cassa e riducendo lo spessore della stessa; questa forma “classica” è quella utilizzata attualmente.
Dalla chitarra classica deriva anche la diffusissima chitarra elettrica, nata negli anni ’30 negli Stati Uniti ad opera di George Beauchamp.
Chitarristi compositori dal periodo classico a quello romantico
Napoli, 9 Febbraio 1770- Parigi 17 Febbraio 1841


Livorno, 3 Settembre 1768- Livorno, 28 Luglio 1820


Ivrea, 4 Giugno 1768 - Parigi 1847 


Barcellona, 13 Febbraio 1778 – Parigi, 10 Luglio 1839


Firenze 1792-Parigi, 16 Gennaio 1853 


28 Giugno 1805 – 17 Febbraio 1883


Bisceglie, 27 Luglio 1781 – Napoli, 7 Maggio 1829


Bratislava, 17 Agosto 1806 – Vienna, 14 Ottobre 1856


Villareal, 21 Novembre 1852 - Barcellona, 15 Dicembre 1909
HO PRESO LA CHITARRA
Create a website